video

Loading...

domenica 28 settembre 2014

Il Paese più corrotto dell'Ue? L'onesta e corr(O)tta Germania

 Il Paese più corrotto dell'Ue? L'onesta e corre(O)tta Germania

Questo post lo dedichiamo ai nostri cari amici luogocomunisti.... come era la storia...la corruzzzzzione c'è solo in Italia,italiani popolo di corrotti,tedeschi onesti,corretti e produttivi..... ma tu guarda un po'... 


Secondo un rapporto di Visa Europa, l'economia sommersa tedesca è la più consistente d'Europa: 351 miliardi di euro, 20 in più rispetto all'Italia.

I tedeschi, si sa, sono sempre pronti a fare la ramanzina all'Italia. Chiunque a Berlino si sente titolato a puntare il dito.Se non è la cancelliera Angela Merkel, è il presidente dell'Europarlamento Martin Schulz. Eppure i numeri dicono tutt'altro. Secondo un attento studio di Visa Europa, riportato oggi da ItaliaOggi, in termini assoluti l'economia sommersa tedesca è la più consistente di tutta l'Unione europea. Supera addirittura i 350 miliardi di euro ed è pari al nero di Gran Bretagna, Belgio, Svezia, Irlanda e Austria messe insieme. Eppure nessuno ci fa caso.
I dati non mentono. Ma smentiscono. E basta dare una rapida occhiata al report realizzato dalla At Kearney con il professore dell'Università di Linz, Friedrich Schneider, autorità nello smascherare la cosiddetta shadow economy per capire che i tedeschi sono dei gran furbetti. Certo gli italiani ci mettono del loro per toccare certo livelli, ma mai come i tedeschi. Ebbene, secondo il rapporto commissionato da Visa Europa, l'economia sommersa tedesca si aggira intorno ai 351 miliardi di euro, quasi 20 miliardi in più rispetto a quella italiana che è appunto stimata intorno ai 333 miliardi. Di questo malloppo, spiega Schneider, solo nel 2012 le mazzette teutoniche hanno pesato per 250 miliardi di euro. In questo gli italiani sono imbattibili: le tangenti sono stimate intorno aI 280 miliardi di euro.
A fronte di questi numeri quello che più colpisce è il capitolo dedicato alle statistiche giudiziarie. Secondo il rapporto di Visa Europa, infatti, nel 2009 sono state sporte 6.354 denunce, nel 2012 ben 8.175. "Mentre le denunce di crimini aumentano, le indagini diminuiscono - spiega Marco Cobianchi su ItaliaOggi - dalle 1.813 del 2010 si è passati alle 1.528 del 2011 fino alle 1.373 del 2012". E in Italia? Nel 2012 le denunce per corruzione e concussione e abuso d'ufficio sono state 1.820, mentre i condannati sono stati 800. Tutt'altra proporzione. Come fa notare Cobianchi, infatti, "in Italia si denuncia meno ma si condanna molto di più". Secondo il rapporto della Commissione europea sulla corruzione, la colpa è della magistrura tedesca che è soggetta al potere politico. A Berlino, infatti, il ministero della Giustizia può "istruire il magistrato di una inchiesta su come condurre le indagini" e dove andare a concentrare le proprie attenzioni.
Fonte:http://www.ilgiornale.it/news/economia/paese-pi-corrotto-dellue-lonesta-e-corretta-germania-1055093.html
E basta con 'sti luoghi comuni...cari amici luogocomunisti:
la Germania è leader anche nella corruzzzzzzione!!!!

giovedì 4 settembre 2014

I 7 punti di Putin per l’Ucraina.

I 7 punti di Putin per l’Ucraina.

 Vladimir Putin e Petro Poroshenko si stringono la mano, foto del 26 agosto durante  un incontro a Minsk   (Epa)

Che cattivone questo Putin!
Propone un cessate il fuoco ma lo fa mettendo ben "sette condizioni", una vera trappola stile Hitler!

Si legga questo abominio:
condizioni ritenute necessarie da Putin per la tregua nel conflitto ucraino. - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ContentItem-a82cfb93-bd90-4871-b2a3-999232082a8c.html#sthash.zUOnapqq.dpuf  
condizioni ritenute necessarie da Putin per la tregua nel conflitto ucraino. - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ContentItem-a82cfb93-bd90-4871-b2a3-999232082a8c.html#sthash.zUOnapqq.dpuf

 1. Le milizie filo-russe devono interrompere le avanzate militari nell'Est.
2. Le forze armate pro Kiev devono ritirarsi a una distanza che escluda la possibilità di bombardare gli abitati.
3. Attuare un controllo e monitoraggio internazionale completo e obiettivo sul cessate il fuoco.
4. Escludere l’uso di aerei da combattimento contro civili e città.
5. Scambio incondizionato di prigionieri/ostaggi.
6. Corridoi umanitari per i movimenti di profughi e la consegna di aiuti umanitari nelle regioni dell'Est.
7. Accesso diretto delle unità di ricostruzione alle infrastrutture sociali e di trasporto con assistenza collaborativa.
 

Cose paragonabili a crimini contro l'umanità, alle quali si spera che l'Occidente risponda con la sua ben nota onestà intellettuale e superiorità democratica, già vista in azione in passato, dalla gestione dell'incidente del Golfo del Tonchino alle armi di Saddam ed agli "accordi di pace" di Rambouillet.

Questi ultimi, anzi, potrebbero essere lo spunto per una controproposta occidentale:
1. Ritiro delle truppe russe entro 100 km dal confine russo-ucraino.
2. Possibilità per la NATO di far entrare suoi carri armati e truppe entro 100 km in territorio russo.
3. Macchè controllo internazionale e ritiro truppe di Kiev, i "buoni" siamo noi della NATO, non serve altro ...

Ancora una volta Putin dimostra che è lui l'unico vero statista,Obama al max puo lucidargli le scarpe.

 


 

condizioni ritenute necessarie da Putin per la tregua nel conflitto ucraino. - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ContentItem-a82cfb93-bd90-4871-b2a3-999232082a8c.html#sthash.zUOnapqq.dpuf